Superfici Continue

Filosofia

Il pavimento e le pareti sono, probabilmente, gli aspetti più caratterizzanti di un ambiente ancor prima che esso venga riempito con l’arredo e, quindi, vissuto: come trame leggere, infatti, pavimento e pareti legano tra loro i diversi elementi che costituiscono l’arredo di una casa, li armonizzano e li valorizzano attraverso l’utilizzo di materie eterogenee, differenti e speciali nel loro genere, i cui valori formali suggeriscano trasversalità di utilizzo e contaminazione progettuale.
Accostare, mixare, interpretare materie diverse fa esplodere le visioni ed amplia le soluzioni progettuali all’infinito.

Palladiane, seminati e cocciopesto:

Tutte queste pavimentazioni ritrovano grande utilizzo nell’architettura contemporanea che riscopre ogg più che mai prodotti classici della tradizione italiana. Le tipologie di realizzazione del pavimento variano da grana fine a grana media con la profilatura delle variazioni di colore tra campo e fascia. Nell’ottcento si usava la grana più grossa con la profilatura a tessere irregolari. In seguito, agli inizi del novecento, si iniziò a usare la grana più fine, profilature con tessere regolari e l’inserimento di decori in stile liberty.

Malte

La superficie continua di Malta, con spessore 3 mm, si declina in due finiture: Malta e Maltafine. La Malta è caratterizzata da una particolare tessitura in cui si apprezzano lievi screziature di superficie ed un’alternanza di vibrazioni materiche. Maltafine ha un aspetto ed una tattilità più coesi e vellutati. La sua uniformità conferisce profondità al colore e particolari effetti di riflessione della luce sulla sua superficie. Malta e Maltafine sono normalmente disponibili nelle 72 nuances.

Macrocemento

È la nuova generazione dei rivestimenti continui senza fughe per pareti e pavimenti realizzabili in spazi interni ed esterni grazie allo sviluppo di rasanti minerali di altissima qualità e la formulazione di speciali polimeri all’acqua senza contenuto di solventi. Questa combinazione permette di ottenere superfici continue che finalmente risolvono i problemi di rigidità dei normali rivestimenti cementizi mantenendo la naturalezza e il valore estetico.
Grazie al minimo spessore di circa 3mm ed all’elevata aderenza alla maggior parte dei supporti nuovi o già esistenti in ceramica, cemento, legno, marmo, metallo, vetro, intonaco e cartongesso, il Macrocemento trova largo impiego sia nelle nuove costruzioni che nelle ristrutturazioni.

 

Contattaci

Nome e Cognome (obbligatorio)

Indirizzo email (obbligatorio)

Oggetto

Messaggio